Guidare in Australia – per gli italiani

Guidare in Australia. Intanto è da ricordare che il senso di marcia è come in UK, quindi a SINISTRA. Significa che il sedile del guidatore è a destra ed il cambio lo impugnerete con la sinistra. Significa che nelle rotonde bisogna andare in senso orario quindi puntare a sinistra e non a destra (come in Italia) – io l’ho sempre pensata così: se il cervello mi dice destra, devo correggerlo ed andare a sinistra. Significa poi (curiosità), che gli indicatori direzionali sono messi speculari quindi le frecce sono a destra e il lavavetri è a sinistra (sai che ridere!).

Dopo aver letto ciò e pensate di non riuscire a non guidare per un anno, allora continuate a leggere. Se pensate di non sentirvela, o leggete comunque per cultura personale (e magari cambiate anche idea) o passate al prossimo post 🙂

Successivamente bisogna sapere che:

1)       se avete un temporary visa (quindi un WHV), potete guidare con la Vostra patente italiana TRADOTTA UFFICIALMENTE fino ad un max di tre mesi (dopo scatta la multa, of course). Cosa significa TRADOTTA UFFICIALMENTE? Significa dover recarsi presso un ufficio consolare o trovare un interprete su www.naati.com (qui trovate interpreti o traduttori a seconda delle vs necessità). Se scegliete traduttore:

– alla domanda “Is your document in English?”, cliccate NO.

– vi comparirà quest’altra domanda: “What language is your document in?” e sceglierete ITALIANO

“Do you need someone in a specific location?”

se rispondete SI e cercate di trovare un simile traduttore in Italia, non lo trova (vah che strano, non me ne meraviglio); se lo cercate in Australia, vi divide la stessa in zone, ed a seconda da dove siete, vi uscirà una lista con nomi (se cliccate su un nome che vi ispira di più, avrete immediatamente i suoi contatti fax, mail, telefono di casa e di lavoro) e location.

Se rispondete NO, trovate un’altra lista con dei nomi e la possibilità di contattarli in ogni area australiana e non una specifica. Per quanto riguarda il costo, sono in attesa di ricevere la quota.

2)       Successivamente, dovrete ottenere, presso la Roads and Maritime Service (praticamente la nostra motorizzazione civile), la TEMPORARY OVERSEAS VISITOR LICENCE. Di essa, potete farne richiesta solo nei primi 5 mesi in cui siete in Australia, sarà caratterizzata dalla lettera Q (nel fronte della carta) mentre sul retro ci sarà scritto ‘Evidence of permanent residency status not provided’, tanto per farvelo tenere a mente; sarà valida SOLO per 12 mesi e l’opzione 3-5 anni, non è disponibile.

Un’altra opzione, se volete star tranquilli senza far carte e contattare persone all’estero, è andare alla motorizzazione civile italiana e chiedere di poter fare la patente internazionale.

Quindi, dopo aver scelto la patente con Convenzione di Vienna (durata 3 anni, validità per tutti gli stati meno che per il Giappone), compilato il modello TT746 e pagato il costo tot di 41 Euro (9 euro sul c/c 9001 intestato a “Dipartimento Trasporti Terrestri” – Diritti – Roma + 16 Euro sul c/c 4028 intestato a a “Dipartimento Trasporti Terrestri” – Imposta di bollo – Roma, + una marca da bollo da 16€), aver portato due fototessere recenti, la patente di guida nazionale in corso di validità, dovrete attendere 7gg (almeno a Gorizia, dove vivo io) ed il gioco sarà fatto,

info da: http://www.rms.nsw.gov.au/roads/licence/driver/

Se non vi è chiaro qualcosa, ovviamente scrivetemi e cercherò di illuminarvi 🙂

 

 

[social_share style=”circle” align=”horizontal” heading_align=”inline” text=”” heading=”” facebook=”1″ twitter=”1″ google_plus=”0″ linkedin=”1″ pinterest=”1″ link=”” /]

Comments

comments

Comments 2

Lascia un commento

    *