Australia – Quello che NON ti dicono

Dovevano dirmi che:

  • Stampare cv, costa come l’acqua nel deserto (e come a Londra)
  • Il WHV non vuol dire lavoro sicuro e trovabile subito, anzi. Io lo considero uno specchio per le allodole. Vuoi lavorare nel marketing o in qualche lavoro d’ufficio? Puoi candidarti solo per posizioni temporary/contract/casual (ed alcuni manco accettano questo visa). Ad un colloquio per posizione permanent nel marketing, l’HR manager, appena gli ho accennato quale VISA avessi, ha stoppato il colloquio e mi ha detto ciao.  Vuoi fare la babysitter ed affidarti ad un’agenzia perchè puoi prendere una paga migliore? Non ti accettano. Vuoi fare la sales assistant (commessa nel negozio)? Non perder manco tempo..non ti prenderanno per averti solo 6 mesi. E di certo non ti fanno lo sponsor per saper vendere vestiti.
  • I Bat (pipistrelli) sono grandi come gabbiani. Non so a voi, ma io, abitando in campagna, ho sempre avuto raccomandazioni sul “stai attenta ai pipistrelli che se ti planano in testa, non li stacchi più a meno che 1) li uccidi 2) ti tagli i capelli”. Non oso immaginare le opzioni nel caso in cui QUESTI bat decidessero di atterrare sui miei capelli. Oh God!!!
  • I Cockroach, anche chiamati scarafaggi, qui in Australia, a parte essere giganteschi (quelli italiani sono i mini scarafaggini praticamente), VO-LA-NO. Quattro cm di scarafaggio volante. Io, che ho fobia delle cimici (anche chiamate bugese), sto piangendo dalla gioia, ovviamente. ARGHHH!!
  • Quando piove, la parola TORRENZIALE non è un eufemismo.  Non è la pioggerellina leggerina londinese che arriva e va tutto il giorno. No, qua quando arriva, ti slava. Quindi se vedi nuvole all’orizzonte, cerca un buon riparo!
  • La borsina che ci si porta (anzi, mia nonna portava al ristorante per mettere gli avanzi da portare al Pippo – mio cane), non solo è conosciuta a livello internazionale. Ma in Australia, ha anche un nome: Doggy bag.  Ah..quanto la san lunga gli anziani 😉
  • i sedili del treno, possono, con un movimento della mano, cambiare direzione (so che non capite, ma non posso caricare il video..sob!). Insomma, di solito i sedili sono fissi no? Beh questi sono come delle altalene. Potete spostare il verso di direzione del sedile. Chissà se riuscite ad immaginarlo..
  • La Sydney Opera House in realtà non è bianca e grigia, come viene nelle foto. Ma beige e marrone.
  • Per ogni lavoro che vuoi fare..anche il più infimo..devi prendere una certificazione. Che non è gratis ovviamente. Vuoi fare la babysitter? Ti chiedono First Aid, Police Check (costa 180 dollari o 69 se ce l’hai già italiano e devi tradurlo), referenze e un attestato che certifichi che hai lavorato per almeno 3 anni nel campo. Vuoi lavorare come operaio? Anche per spostar mattoni o pulire il cantiere, devi prendere la White/Blue etc Card. Può costare minimo 70 dollari (se trovi offerte sui siti): devi seguire un corso online/live e fare esamino. Vuoi fare il cameriere o vendere bevande alcoliche? RSA. Vuoi lavorare nei pub? Ti chiedono l’RCG (perchè tutti dentro hanno le salette da gioco e tu devi esser consapevole che far giocare per troppo tempo un cliente, lo può portare alla dipendenza, etc etc). Vuoi fare la barista? Devi fare la certificazione che attesta il tuo saper fare caffè (anche perchè in Australia e UK lo fanno diverso).
  • Qui il 90% dei pub si chiama Hotel. Perchè un tempo, il fatto di sbronzarsi fino a non riuscire a stare in piedi, era in auge e quindi la gente direttamente saliva al primo piano dove trovava la stanza per passarci la notte ((ed ancora oggi qualche pub offre la cosa).
  • Se non sai cosa sono i biscotti TAM TAM, non sei nessuno
  • Trovi qualcosa che costa 99 cents, paghi con un dollaro ed aspetti il cent di resto? Puoi aspettar anche tutta la vita perchè..non esiste la moneta da 1 cent (!!)
  • in Australia, ci sono 3 diversi fusi orari. Vi pare?!! +10 ore (vs Italia) in Queensland, NSW, VIC, Tasmania e ACT. + 9 ore E MEZZA (!!) in South Australia,  la città di Broken Hill nell’NSW ovest e nel Northern Territory. + 8 ore nel Western Australia.

..to be continued..

Potete aggiungere Voi anche QUELLO CHE NON VI HANNO DETTO dell’Australia e l’avete scoperto solo al Vs arrivo.

 

 

 

[social_share style=”circle” align=”horizontal” heading_align=”inline” text=”” heading=”” facebook=”1″ twitter=”1″ google_plus=”0″ linkedin=”1″ pinterest=”1″ link=”” /]

Comments

comments

Comments 6
  • Ciao Irene! Non ci conosciamo ma da un paio di settimane leggo il tuo blog… Sono a sydney pure io come te, solo da un po’ di più (solo 5 mesi)… Ti avevo pure scritto un messaggio su Facebook, ma forse non lo usi più molto. Comunque sia, non ho tantissima esperienza, ma magari ci si può confrontare, no? Se ti va rispondi al messaggio su Facebook…. Scrivi molto bene! E quei bat si chiamano flying Fox (eh si, volpi volanti)… Ciao!

  • Girare per dieci giorni la citta’ senza successo in cerca di un’armonica o di una chitarrina da viaggio puo’ rientrare nel tema “cose che non vi hanno detto?”

    • Mmmhh io farei un post apposito! Ma io so di un negozio che vende chitarrine e strumenti! Ci passo anche ogni giorno davanti ma nn ricordo DOVE, ziobilly!!

  • attendero’ delucidazioni con ansia

  • Ahahahaa 🙂 ok

Lascia un commento

    *