Australia – La pappa pronta

Ciò che mi da più fastidio (a parte la cattiveria della gente, le zanzare che adorano il mio sangue, il fetore di pipì di cane nei marciapiedi triestini, gli asiatici che sputano sui marciapiedi, le cicche buttate a terra, l’odore di fumo passivo, il wifi lento, la gente di Londra, lo smog, etc) sono gli italiani che si aspettano la pappa pronta anche qui. Si perché non raccontiamoci barzellette, gli italiani sono i primi che si lamentano ma i primi che aspettano che il lavoro gli caschi in mano. Sia mai spostarsi di pochi km o città o stato, non avendo un lavoro, pur essendo esenti di famiglia/figli a carico.

Sia mai sbattersi per almeno PROVARCI. No. E’ meglio alzarsi alle 11 (tanto si è disoccupati), appoggiar le chiappe sul divano e scrivere un post su un’associazione italo-australiana dicendo “sono un bravo pizzaiolo, non so una mazza di inglese ma prendetemi, farò la differenza”. Scusa?!

Eh, facile così.

Allora qui io e tutti gli altri che siamo partiti all’avventura, pieni di dubbi e speranze, siamo dei c******i.

Quel post è stato commentato da più persone italiane venute qua in Australia, compresa me. E lui ancora a recriminare “invece di consigliarmi di studiare l’inglese, datemi un contatto lavorativo”. Come scusa?!

Te lo do io il contatto lavorativo..

Cari italiani cazzari (si mi riferisco solo a voi, a voi che vi lamentate che la vita è una m***a ma non fate nulla per cambiarla, a voi che cercate contatti lavorativi a 16.000km di distanza senza manco sbattervi, a voi che la fate facile), vi faccio un favore e vi do il consiglio del secolo: alzate le chiappe e se volete VERAMENTE cambiare vita e cercare di trovare un lavoro qui, andate su internet, vi leggete le info sui visti, vedete se potete candidarvi, raccogliete la paccottaglia, organizzate una bella cena italiana con gli amici ed il giorno dopo prendete l’aereo (con i se del caso) e venite qua.

Troverete lavoro? Dipende dai vostri standard.

Pensate di affidarvi solo agli italiani che vogliono italiani?

Beh non voglio infrangere le vostre speranze ma vi devo avvertire: c’è una buona percentuale di italiani che “annusa l’affare” (ohibò toh guarda una persona incompetente in inglese = persona facilmente sfruttabile) e vi sottopaga, vi mette in nero, etc..tanto di certo con il vs inglese non andrete all’ufficio governativo a denunciarli, no?

Quindi peggio sapete l’inglese, peggio è per voi. E’ brutto da dire ma non fidatevi del primo che incontrate facendo l’amicone di turno. Fatevi furbi.

E se volete scatenare la bufera nei commenti, fate pure. Rispetterò eventuali spiegazioni. Non rispetterò le cattiverie gratuite (che mi danno TANTO fastidio – vedi sopra).

[social_share style=”circle” align=”horizontal” heading_align=”inline” text=”” heading=”” facebook=”1″ twitter=”1″ google_plus=”0″ linkedin=”1″ pinterest=”1″ link=”” /]

Comments

comments

Comments 1
  • Grandissima… parole sante!!!!
    Purtroppo c’è tantissimi gente così, anzi la maggior parte degli italiani purtroppo è così! -_-

Lascia un commento

    *