Australia – Duolingo

Sebbene io abbia iniziato a imparare l’inglese per benino, già (meglio tardi che mai) lo scorso anno a Londra, è importante notare che con l’australiano, sto facendo una fatica boia a capirlo. Soprattutto quello:

  • slangato
  • con mille abbreviazioni
  • a velocità 1000
  • con parole mangiate qua e là

Ed è praticamente impossibile non trovare qualcuno che parla con gli standard sopra espressi.

E quindi, mentre ti fai auto-training tipo “irene, ce la puoi fare, capisci capisci capisci”, la gente parla e tu, capisci circa. O non capisci proprio.

Come ieri quando, ordinando una limonata, la tipa se ne esce con “gnagna gna gnagna gna agna” (si praticamente quello che il mio cervello mi ha proposto) ed io ho risposto “….no”, con sorriso in accompagnamento. Dovevate vedere la faccia della tipa. Occhi semi-chiusi tipo “ora ti studio e cerco di capire perché mi hai detto no” + bocca semi aperta “no?!”.

Capendo di aver cannato la risposta, le chiedo “poiché non ho capito, puoi ripetermelo please?”. Questa scena era da filmare: si blocca, mi guarda, mi squadra, si gira, si guarda attorno tipo pa-ni-co, inizia a fare i gesti, ad aprire molto le vocali. “Dimmiii seeee vuuoooiii aaancooraaa zuuuccheeerooo neeelllaa limonaataaa che te ne aggiuuungooo”. Praticamente mi sono sentita una mezza idiota. A me bastava lo ripetesse solo un po’ più lentamente..vabbé. Apprezziamo il gesto.

O come oggi, che, mentre mi sono proposta di stirare la camicia al mio coinquilino, l’altra coinquilina mi dice qualcosa, alla velocità supersonica..io rispondo nuovamente NO (giocando mentalmente all’ A-BI-BO..ps: è una filastrocca) e lei mi dice “in realtà dovevi rispondere si”. Io rispondo si, senza capire, faccio un grande sorriso tipo “siii hai ragioneeee capito tuttoooo” e continuo a stirare.

Tutto questo per arrivare a cosa?

Al fatto che devo tornare a fare ciò che facevo a Londra e che consiglio anche voi di fare. Agendina del telefono cartacea. Nuove parole le scrivete e le rileggete ogni tanto. Giuro che aiuta.

Oppure, se volete fare i tecnologici, usate DUOLINGO, che sebbene il nome un po’ porno (solo io ho pensato a qualcosa di sessuale?), è un’applicazione che trovate anche sul Lumia utile ad imparare una nuova lingua, iniziando dai vocaboli alla grammatica. C’è anche la vocina della tipa che parla. E step by step, riuscite a cimentarvi in qualcosa di nuovo. Io di solito, lo uso mentre son sul wc o prima di andare a dormire. Potete provarlo anche voi.

Bene, ho detto tutto. Ciao.

 

 

 

[social_share style=”circle” align=”horizontal” heading_align=”inline” text=”” heading=”” facebook=”1″ twitter=”1″ google_plus=”0″ linkedin=”1″ pinterest=”1″ link=”” /]

Comments

comments

Comments 1
  • Forse questa è un’altra delle cose che non ti dicono (almeno a me non lo han detto). Non vieni in Australia ad imparare l’inglese o a migliorarlo…qui parlano ‘Strayan… XD ma vedrai che ce la farai 🙂

Lascia un commento

    *