Un giorno a Firenze

Dopo i 3 gg passati a Siena per vedere il Palio, sosta obbligata era ovviamente Firenze. Scelsi l’hotel a seconda del mio colore e numero preferito: Hotel Rosso23, tant’è che lo presi come segno del destino, quando lo vidi nella lista di Booking. E non me ne pentii.

Scendendo dal treno all’hotel di piazza Santa Maria Novella, la distanza era di 400 metri. Mi quasi emozionai vedendo l’interno dell’edificio. Tripudio di rosso e modernità.

Avendo solo una giornata ed una notte da passare in città, optai per trovare (gg prima) un couchsurfer (un local, disponibile ad offrire un tour, un letto/divano, una chiacchierata a gratis, in cambio della conoscenza dell’altro. Obiettivo: farsi nuovi amici ed aiutare il prossimo) disponibile ad accompagnarmi nella visita. E così la mattina, feci un giro fino al Duomo e nel primo pomeriggio incontrai Simone che, per sfortuna sua e fortuna mia, non si era organizzato il Ferragosto.

Il tour fu organizzato a random quindi: mi portò in Piazza della Repubblica, fermandoci presso il Caffè Gilli, storico bar della città. Pausa the freddo.  Continuammo verso il Duomo con il suo Battistero e Campanile per ammirare le meraviglie di Giotto. Fu impossibile l’entrata per fila interminabile, ovviamente.

Passando per via dei Calzaiuoli, andammo a Palazzo Vecchio (considerato il miglior esempio di architettura civile trecentesca del mondo) con davanti la copia del David di Michelangelo in Piazza della Signoria. Anche qui, troppa fila.

Passammo su Ponte Vecchio non badando troppa attenzione alle botteghe degli orafi. Tornando indietro, ci dirigemmo verso la Basilica di San Lorenzo ed il mercato di San Lorenzo che scorsi velocemente.

Continuammo a passeggiare fino alla Chiesa di Santa Croce ed alla piazza della Santissima Annunziata dove mi raccontò essere nata dal genio del Brunelleschi ed essere nota per storie di fantasmi.

Successivamente salimmo all’ultimo piano del megastore “la Rinascente”, al Caffè La Terrazza per ammirare questo:

CIMG1057 nofta vista da Rinascente

E poi a Simone venne un’idea: portarmi a Fiesole in scooter!

Fiesole è la cittadina che sorge sul colle alle spalle di Firenze. La si può raggiungere, percorrendo un viale (via San Domenico) che si snoda in salita, costeggiando ville stupende ed enormi parchi privati. Il motivo è presto detto: la distanza dalla città gigliata è di soli 2 km ed il panorama è incomparabile. Scesi dallo scooter, feci due belle foto, ammirai la vista dalla terrazza nei giardini pubblici, e, vista la prossima meta programmata di Simone, ce ne andammo subito dopo. Il prossimo obiettivo fu fermarsi alla terrazza con vista più famosa di Firenze, Piazzale Michelangelo, all’ora del tramonto. E non mi pentii della scelta!!

Per finire in bellezza la giornata e con la digitale ormai scarica, andammo direttamente a cena in un ristorantino fuori centro (i’ Brindellone) a mangiare i coccoli (pasta di pizza fritta) con stracchino e crudo, una fettina di fiorentina e le tagliatelle al tartufo.

Giornata top.

Comments

comments

Lascia un commento

    *