Santillana del Mar, Comillas, Ribadesella, Gijon, Cabo de Peñas – Spagna on the road 2016

..Torna a Santander

Dopo non aver visto chiaramente l’unica cosa che mi ero segnata di vedere (il Palacio de la Magdalena), e senza aver fatto vedere praticamente nulla a Gian se non due chiese e due piazze by night, l’indomani ci dirigemmo verso l’aeroporto per noleggiare quella che sarebbe stata la nostra fedele compagna di avventure per 1080 km: la Toyota Aygo (pagata 192 Euro + franchigia di 150, con assicurazione full, della compagnia Enterprise).

La prima tappa fu Santillana del Mar. Sebbene la Lonely Planet la consideri un gioiello medievale (quindi un ottimo motivo per visitarlo) io la considero solo una trappola per turisti. Si ok è ben conservata ma è assolutamente priva di romanticismo, considerando che ogni casetta è un negozio con i peggio souvenir. Ps: meglio calzare scarpe di ginnastica perché altrimenti vi “ucciderete i piedi” per i ciottoli presenti a terra!

Piuttosto andate a Comillas, un paesello più piccolino, meno trafficato e più vivibile. Anche qui ci sono i ristoranti turistici (o questi or nothing else) ma a parte ciò, riuscirete a vedere un centro storico carino, una bella cattedrale, begli edifici con balconi in legno… che fanno molto Austria.

Uscendo da Comillas e vedendo i Picos d’Europa (sono una catena montuosa facente parte della Cordigliera Cantabrica), decidemmo anche di fermarci a Ribadesella, ribattezzata da noi “la baia dei poracci”. Calcolando che l’unico entusiasmo lo provai nel comprare una banana da un fruttivendolo cinese che parlava cine-spagnolo, direi che la tappa fu triste proprio!

Fuggiti da lì, puntammo su Gijon: cittadina turistica molto caotica, con palazzoni altissimi sia sul lungomare che all’interno, che creano questa atmosfera un po’ claustrofobica. Non ci fermammo solo perché volevamo stare un po’ all’aria aperta, lontano dalla bolgia.

Quindi optammo per andare a vedere il Cabo de Peñas. Mai scelta più azzeccata! E’ una scogliera MERAVIGLIOSA!

Vai ad Oviedo e Leon..

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Comments

comments

Lascia un commento

    *