Oviedo e Leon – Spagna on the road 2016

Torna a Santillana del Mar, Comillas, Ribadesella, Gijon, Cabo de Peñas

Oviedo

Dal Cabo, prendemmo direzione NH Oviedo. Figherrrimo! Lasciammo 15 minuti la Aygo davanti all’hotel per scaricare le valigie e ci dirigemmo verso il parcheggio a pagamento convenzionato, ad un centinaio di metri. Cenammo alla Tierra Astura Gascona (recensione qui), consigliato dalla receptionist dell’hotel, dietro alla Cattedrale. Tipico ristorante, con cibo abbastanza pesantino, con specialità carne e formaggi. La particolarità è che SOLO i camerieri ti possono versare da bere.. quindi devi chiamarli ogni qualvolta vuoi dissetarti.  Ed allora loro verseranno direttamente il famoso sidro di mela nei vs bicchieri, rovesciando goccioloni per terra e rendendo il ristorante scivoloso ed “odoroso”.

Che dire di Oviedo?

E’ una cittadina molto carina, il centro storico è una chicca.. peccato per i murales che rovinano dei bellissimi palazzi storici del centro! Trovate bellissimi scorci soprattutto dietro alla Catedral.

Leon

Per arrivare a Leon da Oviedo, vi conviene prendere l’autostrada (costo fisso 12.95 Euro) perché farla via montagna viene definita addirittura “pericolosa”. La pecca di non fare il giro panoramico è che non possiate vedere la diga Barrios de Luna e visitare il Lago de Luna, consigliataci a gran voce dal Couchsurfer Ivan. Noi l’abbiamo bypassata più che altro per mancanza di tempo.

E così, dopo aver visto l’oceano, tanti gemelli (bimbi, di Spagna ne è pieno!), laghi, paludi, colline, fiumi, i Picos, boschi, campi di grano e pale eoliche..

arrivammo a Leon.

Parcheggiammo nel parcheggio a pagamento sotto Plaza Major (1.80 Euro l’ora) perché avevamo una fame lupo e volevamo dirigerci in fretta in centro. Trovando una semideserta cittadina (scoprimmo d’esser giunti il giorno in cui si sarebbe giocata la partita di qualificazione per gli Europei di calcio contro il Liechtenstein quindi tutti erano a casa per prepararsi a notte di follia), facemmo una breve passeggiata

finché trovammo un tavolo libero in un localino molto carino con prodotti locali a km zero, chiamato Telamarinera (recensione qui) e poi decidemmo di andare a..

Vai a Burgos..

Comments

comments

Comments 2

Lascia un commento

    *