Ristorante Michelin, quanto godo.

Tutto inizia da una mail ricevuta da TripAdvisor nel 2016: i 10 migliori ristoranti raffinati d’Italia.  Allora subito a digitare per la prima volta nella mia vita, le due paroline magiche: Gambero Rosso. Per poi scoprire che giusto ieri a Parma, hanno eletto i nuovi ristoranti Michelin d’Italia.

Questa digitalizzazione deriva dal fatto che sono una fanatica del buono e bel cibo, non da una vita, ma da giusto quel tempo in cui riesci ad apprezzare la bellezza e la straordinaria bontà di un determinato cibo in un determinato piatto. Giusto da quel momento in cui ti ritrovi davanti ad un piatto e ci rimani estasiata a tal punto da non volerlo scalfire ma allo stesso tempo muori dalla voglia di assaggiarlo.

Da quel momento, ne ho assaggiati di cibi, ne ho visti di piatti, ne ho visitati di ristoranti.. e c’è un’idea fissa che non esce dalla mia testolina, chiamata “prova i ristoranti stellati del mondo e vedi quanto godi”.

Allora, a gennaio 2016 ho comprato la Guida su Amazon che è in macchina da quella volta ed è stata sfogliata 3 volte.

Alla prima, sono arrivata davanti ad un ristorante chiuso a pranzo dopo aver praticamente circumnavigato il Friuli.

Alla seconda mi son dovuta accontentare dell’osteria accanto a “La Primula”, non prima di assaggiare il miglior carciofo fritto della mia vita, gentilmente offertomi dallo chef a cui sicuramente ho fatto pena, raccontandogli la storia triste dell’esser andata fin là per trovarmi per l’ennesima volta un ristorante stellato, CHIUSO a pranzo.

Ed alla terza, ho scoperto che a Dolegna del Collio, praticamente dietro casa mia c’è L’Argine a Vencò, descritto come “l’emblema di un approccio virtuoso che abbraccia progetti a 360 gradi all’insegna della riscoperta del territorio”. Casualità, la chef stellata (dal 2015) è Antonia Klugmann che in questo video dice: “quando io mi siedo a tavola, godo. Per me”. Già ci capiamo.

Peccato io l’abbia chiamata, per due volte ho prenotato per due e per due volte il mio babbo mi ha paccato, paccando il ristorante. Non vi dico LA GIOIA della mia interlocutrice. Non ho più chiamato. E babbo si è dimenticato di ri-invitarmi.

 

Sarà che non son fortunata ed il destino mi è avverso nel provare i Michelin friulani?

Ora, gli ultimi eletti a Parma il 15 novembre 2016, sono questi:

2 stelle Agli Amici, Godia (UD)
1 stella L’Argine di Vencò – Vencò, Dolegna del Collio (GO)
1 stella Al Cacciatore della Subida – Cormons (GO)

1 stella La Primula, San Quirino (PN)

1 stella La Taverna, Colloredo di Montalbano (PN)

1 stella Al Ferarùt, Rivignano (UD)

1 stella Osteria Altran, Ruda (UD)

 

Intanto me li segno, poi vediamo quando riesco a provarne. ALMENO UNO.

Comments

comments

Lascia un commento

    *